La Dea Fortuna, imperatrice del mondo

O Fortuna, cangi di forma come la luna, sempre cresci o cali; l'odiosa vita ora abbatte ora conforta a turno le brame della mente, dissolve come ghiaccio miseria e potenza. Sorte possente e vana, cangiante ruota, maligna natura, vuota prosperità che sempre si dissolve, ombrosa e velata sovrasti me pure; ora al gioco del tuo capriccio io offro la schiena nuda. Le sorti di salute e di successo ora mi sono avverse, tormenti e privazioni sempre mi tormentano. In quest'ora senza indugio risuonino le vostre corde; come me piangete tutti: a caso ella abbatte il forte!


carmina burana

La Dea Fortuna, imperatrice del mondoultima modifica: 2006-12-04T22:20:30+01:00da es-senza83
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “La Dea Fortuna, imperatrice del mondo

Lascia un commento