la pazienza delle onde…

..mentre tornavo esausta dall’intensa giornata di lavoro…

in makkina…

ipnotizzata dalle luci della città…

con innestato il pilota automatico nel mio cervello…

ecco ke alla radio becco una canzone…

un tuffo nel passato qnt mai presente…

e mi sembra di rivivere l’oggi come ieri…

solo ke stavolta io sn diversa…

più matura… più forte… più volta all’accettazione…

meno categorica… meno tragica… meno rivoluzionaria…

o forse mi illudo solo di esserlo…

xkè in fondo qlcs c’è lo stesso…

qlcs simile allo stato d’animo di qsta musica e di qste parole…

parole ke dedico e me e a tutti coloro ke passano oggi di qui..

“vorrei imparare dal vento a respirare… dalla pioggia a cadere… dalla corrente a portare le cose dove non vogliono andare… e avere la pazienza delle onde di andare e venire… ricominciare a fluire… un aereo passa veloce e io mi fermo a pensare a tutti quelli che partono… scappano… o sono sospesi… per giorni, mesi, anni… in cui ti senti come uno che si è perso… tra obbiettivi ogni volta più grandi… succede perché… in un instante… tutto il resto… diventa invisibile… privo di senso… e irraggiungibile per me… succede perché fingo che va sempre tutto bene… ma non lo penso… in fondo… torneremo ad avere più tempo… e a camminare per le strade che abbiamo scelto… che a volte fanno male… per avere la pazienza delle onde di andare e venire… e non riesci a capire… succede perché… in un instante… tutto il resto… diventa invisibile… privo di senso e irraggiungibile per me… succede anche se il vento porta tutto via con sé… vivendo… e ricominciare a fluire…”

 

http://es-senza83.myblog.it/media/01/02/db54ee25684f248ceeb745fd23ebc8dc.mp3

la pazienza delle onde…ultima modifica: 2007-11-21T20:15:00+01:00da es-senza83
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “la pazienza delle onde…

Lascia un commento