di uno stato d’animo

non so che mi è preso stasera.. ma ero un po’.. nervosa, intollerante, acidella, polemica.. non riuscivo molto a trattenermi.. oltre che poi di solito non sn affatto così.. e non ero neppure giustificata da quell’orrendo periodo delle donne con gli ormoni del malumore..
sono stata alla festa della musica in un fresco paese della provincia della mia città.. in varie piazzette c’era una manifestazione musicale.. ma di musica ne ho ascoltata poco.. solo qlk canzone di ligabue.. giusto il tempo di farmi scendere la tristezza mescolata ad amarezza.. mi chiedevo se forse non ho sbagliato tutto!.. dirlo a qsta età non è il massimo, lo so.. ma credo di aver capito solo ora come avrei voluto vivere qsti miei 24 anni!.. piuttosto che viverli nel buio della mia pesantezza e nella pigrizia del mio ozio.. avrei voluto dedicarli alla musica.. mi incanto sempre a vedere le persona suonare.. sempre.. e li invidio.. mi affascinano.. è come se loro hanno un potere che io non ho.. il potere di creare il mio calmante.. vorrei tanto riuscire a crearmelo da me.. e mentre ancora suonavano e cantavano e li sentivo e li vedevo.. sn poi finita a pensare alla pallacanestro.. ai miei studi.. ai miei vuoti.. ai miei colloqui.. alle mie strade insomma.. finchè a un tratto mi sento toccare la mano destra da una cosina morbida.. non essendoci nessuno accanto a me, abbasso lo sguardo e incontro due occhioni di un bimbo nel passeggino che come mi giro mi regala un megasorriso.. inevitabilmente ricambio.. rialzo gli occhi e mi sento una cogliona!

di uno stato d’animoultima modifica: 2008-06-22T03:25:00+02:00da es-senza83
Reposta per primo quest’articolo

11 pensieri su “di uno stato d’animo

  1. allora…..dopo ke sono stato qui da te, ero andato sul sito FS…..
    azzzzzzzzzz pallacanestro? weeeeeeeeeeeeeeee è il mio sport preferito, l’ho vissuto in ogni sua fase, giokatore, arbitro, allenatore d squadra maskile e anke femminile maròòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòò

  2. per jack: conoscerli i miei.. di talenti.. e se nn ne avessi?!
    e poi..anche se sono solo 24.. per certe cose è ormai tardi.. oltre che certe strade sn state prese e tornare indietro sarebbe come ammettere un fallimento..

  3. Si ma parli come se tutte le scelte più importanti della vita dovessero essere prese nei primi 24 anni. Io sono convinto che ogni persona è unica per cui già questo è un talento. Inoltre per quanto riguarda le scelte fatte nessuna scelta è definitiva o meglio si sceglie in base a quello che si ritiene meglio per noi stessi, ma se si sbaglia non c’è nulla di male nel rivedere liberamente la propria scelta. Jack

  4. kiedo skusa se m intrometto tra te e jack (tra l’altro “jack” era il mio nome d’arte ai tempi del d.j.)…m sembra riduttivo da parte d entrambi evidenziare troppo l’età…..ke siano 24 anni, ke siano 40 o altro, poka importa….importante è quello ke s sente dentro d noi, in rapporto all’esperienze vissute e kosa quest’ultime c abbiano lasciato.
    Penso ke questo sia la kosa più importante….l’età nn deve essere nè una skusa nè un pretesto….
    Ritorno nei ranghi….ciao

Lascia un commento