nella stanchezza dell’attesa di una lavatrice…

stamattina mi sn dovuta alzare all’alba (le 7 x me è alba) per fare la spesa prima di andare a lavoro!.. una cosa che si può fare solo di questi tempi visto il ridottissimo traffico di queste mattine… e poi sn uscita da lavoro alle 21,30!!!.. ma lasciamo stare…

 

andrei volentieri a letto se non dovessi aspettare che la mia prima lavatrice.. fatta in diretta al telefono con mia madre.. (e sperando di non aver fatto danni con i colori…) non finisce!

 

parte comica della giornata: riuscire a uscire dall’edificio dove lavoro!!!  =D

l’ascensore era impazzito!!.. schiacciavamo su 0 e saliva!!!

dopo due piani su cambiamo ascensore.. non prima di vedere come l’ascensore bastardo saliva ancora più su.. tutto solo!!

arriviamo a piano terra.. e l’ascensore bastardo ?!.. era già lì… “non potete capì” (come dicono qui).. sembrava una candid camera!!  =D

 

poco fa, mentre stendevo il bucato lavato a mano, inevitabilmente ho pensato… … . . . … . ..

ho visto arrivare un’auto.. parcheggiare nella strada dove affaccia il mio balcone e vedere uscire una coppia di ragazzi.. lui “ovviamente” scende dal posto del guidatore… e lì.. lì mi si è accesa una lampadina.. anzi no.. è stato solo un pensiero… il pensiero di come sia così tanto assurdo che un desiderio che avevo così forte tempo fa e x cui “rosicavo” (come dicono qua) infinitamente ma che non aveva assolutamente basi su cui poggiare… ora che le ha.. o almeno le ha avute x un po’.. e potrebbe ancora averle x un altro po’… beh.. è stato evitato che si concretizzasse… o meglio non c’è stato l’impegno.. la volontà.. e allora.. allora è proprio vero che si desidera sempre ciò che non si può avere!?!?!

 

sto conoscendo una mia collega… e mi rendo conto di come noi donne (ca**o! mi sn inclusa tra le donne!!  =(   e si.. sto invecchiando!!), o cmq la maggior parte (forse!), siamo capaci di farci paranoie simili e vivere o senza freni buttandoci nel mondo e permettendo che quel mondo lasci cicatrici sulla pelle e a volte anche un po’ sul cuore.. o col freno a mano inserito.. a guardare il mondo dall’esterno… permettendo al mondo di lasciare cicatrici, belle profonde.. o forse poi nn tanto.. sul cuore…

lei, la mia collega.. pare faccia parte della prima categoria… mentre io, forse purtroppo.. o forse no.. faccio parte della seconda… quella fatta di amori platonici… di pensieri e parole… di sentimenti ed emozioni incompiuti… di lacrime che si asciugano sole.. di carezze sognate e di desideri sospesi…

 

la lavatrice ancora non finisce.. ed io ho sempre più sonno…

certo avrei potuto farla prima… ma non ho avuto teeempoo!!! avrei potuto farla qst fine settimana?!.. e no!!.. il fine settimana è fatto per riposare e possibilmente “staccare”!! ci riuscirà la “nostra eroina”??!.. una missione però devo impegnarmi a compiere sabato! devo acquistare una webcam!!!  =D oltre che dare una passata al pavimento!!!.. e magari anche cucinarmi.. e stirare…!!!! uffi! uffi! uffi!

chissà qnt durerò così…

 

in questi giorni ho realizzato anche un’altra cosa.. mi piacciono i ragazzi GENTILI! si..! ma non quelli che lo fanno apposta.. magari solo per rimorkiare…ma quelli che lo sono di natura… e lo sono con tutte senza secondi fini.. e si riconoscono…! o almeno io ci riesco…

di ragazzi così ne ho conosciuti davvero pochi… forse un paio… 

 

forse la lavatrice ha finito!!!!!!!!

nella stanchezza dell’attesa di una lavatrice…ultima modifica: 2008-08-21T00:20:00+02:00da es-senza83
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “nella stanchezza dell’attesa di una lavatrice…

  1. azz nn hai la web?….vabbè nn è ke sia un danno ma komprala presto…..nn s sa mai….
    M piace leggere qualke tua nuova espressione romaneska, m viene in mente ke ogni volta ke vado a roma divento kosì anke io…piacevoli rikordi…
    X me amore platoniko è quell’amore ke nn t va vivere emozioni kosì intense ke eskono fuori dal tuo interiore….se parli d quel tipo d’amore allora la penso kome te, sono platonii…altrimenti la pensiamo in maniera diversa e fa nulla,of course…il bello è konfrontarsi anke tra xsone semi-skonosciute kome lo siamo nio 2….nn hai detto se la lavatrice ha rovinato i kolori( o meglio se nn hai kapito bene i konsigli x tel d mamma….) bacino

  2. Di solito la prima volta che si va a vivere da soli le incombenze domestiche rappresentano una delle prime cose da affrontare e diventare autonomi in queste cose ti da anche delle soddisfazioni.
    Per quanto riguarda gli amori platonici sono belli perchè l’idealizzazione è sempre un qualcosa di perfetto, c’è il rischio però di innamorarsi dell’ideale costruito ma non della persona che questo ideale dovrebbe rappresentare, inoltre, l’amore platonico è un qualcosa che prescinde dai nostri sensi (udito, tatto, vista, odore e sapore) mentre come esseri umani noi abbiamo bisogno di percepire le sensazioni anche attraverso i nostri sensi. Jack

Lascia un commento