il punto

se un anno fa.. 10 ottobre 2007.. mi avessero detto che tra un anno sarei stata qui.. a qst punto.. in qsto luogo.. con qste persone presenti e con altre assenti.. a condurre qsta vita in qst modo.. credo che non ci avrei mai e poi mai creduto..

 

faccio spesso di questi pensieri.. “se quel giorno mi avessero detto dove sarei arrivata..” e poi “se oggi mi dicessero dove arriverò..”

 

mi sembra tutto così strano e assurdo..

 

per questo stasera mi è venuta voglia di rivedere donnie darko.. affascinante e ipnotizzante.. la storia.. l’attore.. le musiche e le riprese.. lo squilibrio..

 

un anno fa a quest’ora studiavo antenne.. uno dei miei ultimi esami all’università.. presi 26.. cercavo di non odiare quel professore così sconclusionato  e lunatico.. mentre ero già invischiata nel laboratorio folle e un po’ torbido del prof che poi mi ha “seguito” durante la tesi.. ma questo lo sapevo già.. mentre non sapevo a cosa stavo invece andando incontro nella mia vita interiore.. single da poco più di due mesi stavo bene.. sollevata di aver preso e messo in atto la scelta giusta.. certo c’erano ancora degli strascichi.. ma non da parte mia.. io avevo spento l’interruttore paurosamente in fretta.. e sono arrivata a quel giorno.. spesso ripenso a certi fatti che mi hanno ricondotta in certe situazioni.. certo non possono essere solo quei fatti.. però.. di alcuni lo credo davvero che abbiano fatto la differenza.. che erano fatti accaduti davanti a un bivio e che hanno segnato la differenza tra un prima e un dopo.. che hanno ridotto le mie potenziali strade da percorrere e che mi hanno condotto verso altri bivi.. e bivio dopo bivio.. scelta dopo scelta.. volontaria o involontaria.. mi sono ritrovata lì.. come ora mi ritrovo qui.. a un anno di distanza.. un percorso lento eppure un soffio di vento.. è accaduto tutto e niente.. mi sono capovolta.. e rigirata.. accartocciata e ridistesa.. sporcata e lavata..  rimpicciolita e cresciuta.. cambiata e sempre uguale..
mentre intanto la vita mi scorre.. inizio a parlare di ricordi e a dimenticare fatti e persone.. nomi e compleanni.. pensieri e sensazioni.. tutto si accumola.. c’è ma è perduto.. è in ogni mia cellula sotto altre forme.. forme che mi hanno condotta a qst preciso istante in qst preciso luogo.. sola in una stanza con le tende grigie e stanche.. con la luce economica del comodino accesa.. su un letto con le lenzuola viola e a strisce scure con qualche riga verde fosforescente.. con i capelli mezzi castano chiaro e mezzi neri.. con un altro bracciale dei desideri al polso.. con un cellulare silenzioso.. (azz! mi è appena arrivato un sms!…. buonanotte di un’amica.. o una che si crede e non troppo credo amica..).. col cuore interrotto e le mani calde ma un po’ disidratate.. con una ciste dentro e foto non mie sui muri..in un’attesa che non mi so spiegare.. o che forse questo anno mi ha spiegato anche troppo bene.. peccato che io però sia diabolica..

 

missione di questo fine settimana?!.. cercare di mettere ordine.. ma non in quella che ora pare essere la mia casa.. no.. per questo ho fatto “il punto”.. il punto dell’ultimo anno.. degli ultimi 365 giorni trascorsi così piano da non essermene quasi accorta.. più indietro non aveva senso andare.. perchè è già stato tutto ordinato e conservato.. innocuo e quasi scordato ma cmq presente.. l’ultimo anno incece.. questo ultimo anno è già impolverato.. fermo.. e stasera me lo guardo.. ma arriverà  anche per lui il momento di una spolverata e dell’archiviazione.. anche se credo che il cambio di stagione sia già in atto..

il puntoultima modifica: 2008-10-10T23:50:00+02:00da es-senza83
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “il punto

Lascia un commento