no change..!

e no.. non cambierò mai..

 

è come se a volte mi guardo.. mi guardo bene… e vedo una triste e rassegnata vecchietta con pochi capelli quasi bianchi ancora in testa.. vestita di stracci.. impolverata.. in un mondo grigio con ragnatele e scarafaggi e ratti.. sporco e trascurato.. a volte lei.. (io…) si vede allo specchio: giovane e (più o meno) bella.. dentro un mondo perfetto.. colorato e pulito..

peccato che la realtà è dall’altra parte dello specchio.. specchio come confine tra due dimensioni.. due me.. che sono l’una ma anche il suo distorto riflesso..

 

ora lo specchio è coperto.. e non vedo che me..

 

credo di crescere e imparare e invece sono sempre la stessa.. compio sempre gli stessi sbagli.. vanifico i miei sforzi.. e non sopporto di non sopportarmi.. e non sopporto che non sopporto di non sopportarmi!!

 

mal di testa.. oggi non mi ha mollato un attimo.. non so se è stato il sole.. quel sole che oggi picchiava come fosse estate.. e dire che ero contenta di beccarmelo un po’..

 

ieri sono stata a un concerto.. mare di gente è dire poco.. e inevitabilemente ho pensato alla mia città.. all’abisso che c’è.. ho anche osservato i ragazzi di questa città.. romani e stranieri.. e mi sono chiesta come deve essere nascere qui.. e crescerci.. oppure arrivarci da un altro paese e decidere di rimanerci.. si divertivano.. loro.. fumavano.. bevevano.. pogavano.. si sballavano.. divertirsi.. io ancora non so cosa vuol dire x me..  a volte un po’ li invidio.. a volte credo di invidiare un po’ troppe persone.. e i loro modi di vivere.. e..

 

la musica.. raccoglie le folle.. e accende le anime..

 

perfino la mia!

 

PS: e divento ripetitiva.. (ommioddio!)

no change..!ultima modifica: 2008-10-12T20:51:00+02:00da es-senza83
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “no change..!

  1. Mi sembri troppo pessimista, certo che divertirsi a 20 anni è diverso dal farlo in una età più adulta perché più si è giovani e più si è spensierati e forse magari da grandi si perde un po di curiosità e di “incoscienza”, certe cose ad una certa età sembrano essere indispensabili per la propria vita e poi diventano meno importanti qualche anno dopo.
    Forse il nascere in una città ti permette di attaccarti a certi posti e di conoscere locali, piazze, giardini, posti particolari che magari sono meno frequentati dai turisti ma esprimono molto bene l’essenza della città. Jack

Lascia un commento