mentre cadono lacrime

“ehi.. rispondi.. dove sei? che fai?”

 

sono nella me buia e profonda..ecco dove sono..

e mi torturo l’anima.. ecco che faccio..

 

stesa vestita sul letto.. priva di ogni luce.. penso a ciò che ho vissuto.. e mi rendo conto solo ora, come sempre, dell’importanza..

 

è stata la prima volta di parecchio..

 

ho conquistato senza rendermene conto ciò che nell’inconscio desideravo..

ho fatto la mia “prima nanna”, con lui (notte tra il 31 marzo e il primo aprile 2009..).. e la mia prima notte fuori, a casa sua..

ho vissuto la mia prima passione.. per la prima volta ho donato il mio piacere, alle sue mani..

ho vissuto il risveglio.. e la prima colazione..

il cominciare non premeditato..

la voglia.. il desiderio.. di qualcuno di reale..

la pace, la fusione, la sintonia e il forte coinvolgimento dopo il litigio.. la volta più bella.. in rigoroso silenzio.. in autentico paradiso nel buio più totale.. (notte tra il 18 e il 19 giugno 2009)

 

ora come posso non guardarlo.. magari negli occhi.. e rivedere tutto questo..

tutto questo che lentamente è morto.. e mai più ritornerà.. xkè niente si rivive due volte.. xkè nessuno è più lo stesso.. xkè ciò che si rompe il tempo guarisce ma lascia la cicatrice..

 

“ti odio sai?.. mi fai sentire cieca e irragionevole.. una bambina capricciosa.. ti ho allontanato e l’hai accettato.. sto ancora male in tua presenza.. e non vorrei.. ti penso ancora speciale nonostante i tuoi evidenti difetti che spesso non sopporto x aiutarmi ad odiarti meglio.. vorrei riuscire a separare definitivamente le nostre vite.. ma non riesco.. non riesco a.. non riesco..”

 

mi cadono lacrime dagli occhi.. ho provato ad essere insensibile.. a convincermi di non provare nulla.. a non avere bisogno di nulla.. ci ho provato.. ma cadono ancora..

 

e a questa buia solitudine mi sto abituando.. mi sto affezionando.. perchè la serenità non è dentro me.. non è nata con me..

 

 

mentre cadono lacrimeultima modifica: 2009-09-11T21:27:00+02:00da es-senza83
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento