fine e inizio

“tutto ciò sembra ridicolo: è meglio soffrire come ho già sofferto in precedenza, allorchè altre donne amate hanno finito per lasciarmi. è meglio che mi lecchi le ferite, come ho fatto in passato. per qualche tempo, continuerò a pensare a lei, mi trasformerò in un essere dolente, farò irritare tutti gli amici perchè non avrò altri argomenti all’infuori dell’allontanamento di mia moglie. tenterò di trovare una giustificazione per quello che è accaduto, trascorrerò i giorni e le notti rivedendo mentalmente i momenti passati accanto a lei, finirò per concluderne che è stata dura nei miei confronti, proprio con me che ho sempre cercato di essere disponibile e di fare del mio meglio. troverò altre donne. camminando per la strada, ad ogni istante incrocerò qualcuna che potrebbe essere lei. soffrirò giorno e notte, notte e giorno. e questo potrà durare settimane, mesi, forse anche più di un anno.

finchè una mattina, al risveglio, mi renderò conto che sto pensando a qualcosa di diverso e capirò che il peggio è ormai passato. il cuore è affranto, ma si riprenderà e riuscirà ancora a scorgere la bellezza della vita. è già successo in precedenza, e accadrà di nuovo: ne sono sicuro. se qualcuno se ne va è perchè arriverà qualcun’altro – io incontrerò nuovamente l’amore.

per un attimo, assaporo  l’idea della mia nuova condizione: scapolo e milionario. posso uscire con chi voglio, alla luce del sole. alle feste, posso comportarmi in modo totalmente diverso rispetto a tutti questi anni. la notizia si diffonderà rapidamente e, in breve, molte donne – giovani o magari nemmeno molto giovani, ricche o forse neppure così ricche come pretendono di essere, intelligenti o forse soltanto educate per dire ciò che pensano che io vorrei sentire – busseranno alla mia porta.

voglio convincermi che sia bellissimo essere libero. libero di nuovo. pronto a incontrare il vero amore della mia vita: colei che mi sta aspettando, e che non mi farà rivivere mai più questa situazione umiliante.”

 

da “lo zahir” di paulo coelho

fine e inizioultima modifica: 2009-12-11T23:16:58+01:00da es-senza83
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento