lately

è l’attesa, una delle mie tante rovine.. (o sarebbe meglio dire l’aspettativa?)

 

le ultime settimane mi hanno torturato la pancia.. o sarebbe meglio dire che gliel’ho permesso.. o me la sono torturata da sola..

si gonfia.. accumula ogni emozione inespressa.. che poi tappo e affogo con il cibo entrando in quell’orrendo e accecante circolo vizioso dell’assenza di lucidità.. in cui odio la mia eccessiva sensibilità e avverto l’enorme peso della mia razionalità che mi attanaglia..

 

il coinvolgimento… mio.. dentro me al momento giusto.. e fuori di me con le persone che mi circondano.. non c’è..[ e lo avverto e lo avvertono..]

 

c’è piuttosto la gabbia in cui rinchiudo la mia idea di me..

 

sono giorni difficili..

latelyultima modifica: 2011-10-14T03:25:00+02:00da es-senza83
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento